I malati e i loro familiari sono nel cuore di Papa Francesco

Parliamo del Santo Vangelo, delle parole del Nostro Signore Gesù che aveva un occhio di riguardo per i poveri, i sofferenti, gli ultimi. La nostra società attuale, colpita da crisi economiche, ha visto incrementarsi a dismisura la quantità di poveri, le organizzazioni collegate alla Chiesa stanno facendo del loro meglio e anche di più per essere vicini e di aiuto ai tanti poveri, troppi, che bussano alle loro porte nella richiesta di aiuto e a tutti, nel limite del possibile, viene offerto. La povertà ha portato anche tante persone soprattutto anziane nella condizione di essere in difficoltà a curarsi e ad usufruire di un’adeguata assistenza.

Tanta sofferenza dei malati per la loro condizione morbosa e per la scarsa assistenza e quanta sofferenza e frustrazione nelle persone a loro vicine che assistono impotenti alle sofferenze dei loro cari. Il Papa è vicino a tutti coloro che soffrono per malattia e ai loro familiari che soffrono con loro. Tutte le organizzazioni di carattere Cattolico confermano il loro sostegno a tutti quanti soffrono, perché Gesù è vicino a loro più che a chiunque altro.

Quel che fate ad una persona è come se lo faceste a me, diceva il Signore, dunque, insieme al Papa, ognuno faccia quello che può per alleviare una sofferenza, è come se lo facessimo al Nostro Signore.