Corruzione nella Chiesa: Il Papa ne è consapevole ma è sereno

“Sulla barca di San Pietro c’è sempre chi rema contro ma non perdo la mia serenità”. Con questa dichiarazione Papa Bergoglio ha preso posizione sui tanti fatti, anche recenti, che hanno gettato discredito sulla Chiesa. Il Papa è consapevole che esiste una certa corruzione nella Chiesa e anche nel Vaticano ma tira dritto, consapevole che la stessa Chiesa è fatta da uomini e in quanto tali non infallibili.

Questo non significa una posizione passiva, di mera accettazione dei fatti negativi per la Chiesa, anzi, le parole del Papa sono sempre dure e di ferma condanna per quanto avviene ma con la consapevolezza delle debolezze umane che in talune circostanze diventano anche pesanti e insostenibili. Al contrario, le vicende negative non vanno nascoste ma combattute, perché per la debolezza umana è possibile che vi siano comportamenti devianti non in linea con la dottrina e con la morale.

Queste persone sono quelle che “remano contro” e vanno corrette purché mostrino i segni del sincero pentimento che è il presupposto per chiedere il perdono Divino, l’unico che veramente conta per l’essere umano. Dio non si dimentica mai di essere misericordioso, sono gli uomini che dimenticano di chiederne la misericordia.